Autore: Enpaia

L’utilizzo delle cover crop, intese come colture intercalari tra due periodi di normale coltivazione di specie da reddito, è una pratica antica che continua a dimostrare grandi potenzialità per una gestione sostenibile degli agroecosistemi. Molti benefici sono associati all’utilizzo delle cover crop tra cui: la riduzione dell’erosione del suolo e della lisciviazione delle forme molto mobili di alcuni nutrienti, l’incremento della biodiversità e della sostanza organica del suolo, la riduzione della presenza nel suolo di patogeni, nematodi e malerbe. L’utilizzo delle cover crop è stato promosso nell’ultima politica agricola comunitaria europea (CAP) 2023-2027 stabilendo incentivi economici per gli agricoltori disposti…

Continua a Leggere

I raggi laser e l’intelligenza artificiale (AI) sostituiranno i diserbanti chimici. Come? L’AI riconosce le erbe infestanti e le elimina con l’ausilio di un veicolo robot senza l’utilizzo di agrofarmaci, per un diserbo di precisione totalmente sostenibile. È il risultato ottenuto dal progetto di ricerca WeLASER, finanziato dall’Unione europea nell’ambito del programma “Horizon 2020”. Una partnership internazionale costituita da centri di ricerca, università (per l’Italia ha partecipato il centro interdipartimentale di ricerca industriale agroalimentare dell’Università di Bologna), aziende private e organizzazioni di agricoltori di Spagna, Germania, Danimarca, Francia, Polonia, Belgio, Paesi Bassi e Italia. Ad oggi è stata completata la…

Continua a Leggere

Sanità e previdenza sono i due fronti critici nel rapporto tra cittadini e Stato, poiché il 78% degli italiani è convinto che il welfare pubblico non potrà che coprire solo una parte dei bisogni sociali, mentre il resto sarà in capo alle risorse private delle persone. È quanto emerge dal terzo report dell’Osservatorio Enpaia-Censis del mondo agricolo su “Gli italiani e il welfare plurale: nuovi modelli di tutela sociale”, che vede come unica soluzione quella mutualistica. La ricerca mette in rilievo la nuova ondata di incertezza sociale, che era già in crescita a causa dell’erosione del modello più tradizionale di…

Continua a Leggere

di Maria Dilorenzo, Mefop La gestione di un fondo sanitario implica una serie di scelte che lo stesso deve intraprendere in fase di costituzione e che potrà eventualmente rivalutare nel futuro sulla base dell’andamento della gestione, riassumibili nelle seguenti: gestione del rischio ed eventuale gestione finanziaria, gestione amministrativa, gestione della rete sanitaria. La scelta in merito alla gestione del rischio sanitario deve tener conto di diversi fattori legati alla definizione del piano sanitario ma anche alla possibile strutturazione dell’assetto interno del fondo e alla capacità di controllo del rischio. Tale scelta può ricadere essenzialmente su tre opzioni, ciascuna con proprie…

Continua a Leggere

Il riscaldamento globale – raggiunte ormai temperature di1 °C superiori rispetto ai livelli preindustriali – e i cambiamenti climatici che ne derivano stanno fortemente impattando il settore agricolo, compromettendone in molti casi la capacità produttiva. Particolarmente evidenti appaiono gli effetti dei periodi siccitosi, la cui durata è sempre più prolungata a causa dell’aumento delle temperature, e della distribuzione irregolare delle piogge. Un decrescente numero di eventi piovosi viene ormai registrato insieme al forte aumento dell’intensità di ciascun singolo evento. Osservando i dati del 2022 si può notare che: i) il 47% del territorio europeo è stato affetto da problemi di…

Continua a Leggere

Un nuovo ed incisivo intervento delle strutture degli  Agrotecnici  a tutela degli iscritti. A realizzarlo questa volta è la Cassa di Previdenza della categoria (inclusa nella Fondazione ENPAIA) che, per prima, ha ottenuto l’approvazione dei Ministeri vigilanti (sono quelli del Lavoro e dell’Economia) all’erogazione di un pacchetto di polizze sanitarie gratuite a favore degli iscritti alla Cassa in regola con i propri obblighi, una misura di welfare attivo fra le più efficaci che si possa immaginare. Infatti il costante degrado dei servizi offerti dal Servizio Sanitario Nazionale, i lunghissimi tempi di attesa per i servizi specialistici, la necessità di salvaguardare…

Continua a Leggere

di Nicola Dal Ferro1, Marta Mencaroni1, Giorgia Fabbri2, Flaviana Gottardo2, Irene Martini3, Barbara Lazzaro3, Francesco Morari1, 1Dipartimento di Agronomia Aanimali Alimenti Risorse naturali e Ambiente, Università degli studi di Padova, Legnaro (PD), 2Dipartimento di Medicina Animale, Produzioni e Salute, Università degli studi di Padova, Legnaro (PD), 3Direzione Agroambiente, Programmazione e Gestione ittica e faunistico venatoria, Mestre (VE) Il problema della qualità dell’aria e del suo impatto sulla salute umana, in particolare in alcune aree d’Italia come la Pianura Padana, coinvolge anche il settore agricolo. L’attenzione si concentra sulla filiera agro-zootecnica che contribuisce per oltre il 90% alle emissioni complessive di…

Continua a Leggere

A certificarlo è l’undicesimo Rapporto “Il Bilancio del Sistema Previdenziale italiano. Andamenti finanziari e demografici delle pensioni e dell’assistenza per l’anno 2022”, redatto dal Centro Studi e Ricerche Itinerari Previdenziali, presentato ieri a Roma, alla sala stampa della Camera dei Deputati. Dal Rapporto emergono infatti, alcuni indicatori utili a valutare la sostenibilità della previdenza pubblica italiana: 1) aumenta, ancora una volta, il numero di pensionati, che salgono dai 16,099 del 2021 ai 16,131 milioni del 2022 (+32.666 unità); 2) dopo la forte crisi causata da COVID-19, prosegue la netta risalita del tasso di occupazione italiano, che nell’anno di indagine arriva…

Continua a Leggere